22 dicembre e 5 gennaio, Piazza Volta
dalle ore 14:00 alle ore 19:00

“COnTatto: trame riparative nella comunità” opera per la creazione di una comunità capace di accogliere e superare i conflitti con azioni di mediazione efficaci, come l’abile sarto che sa ricucire un tessuto lacerato”: una buona causa difficile, ma realizzabile se la comunità viene accompagnata a comprendere l’opportunità della mediazione nei conflitti.

Costruiamo insieme la nostra Città gentile

In un LABORATORIO PERMANENTE i bambini potranno disegnare la loro Città gentile (spazio collettivo) in relazione a sé (identità). Verrà parzialmente allestito uno spazio che si arricchirà, via via, degli elementi costruiti durante il laboratorio.

La dimensione della città e del sé sarà rappresentata da un pannello che raccoglierà tutti i disegni, contendo tutti gli ingredienti necessari per giocare questo gioco che mette in relazione la dimensione macro (e collettiva) della città con quella micro (e insieme unica) del sé!

Immersi in questa dimensione di città e sé, il pubblico di ogni età sarà coinvolto nella costruzione di una stella narrante che, alla fine, permetterà all’albero del nostro Natale di essere un albero stellato nella città gentile!

La stella: un cartoncino colorato, pochi tagli con la forbice, una frase scritta a pennarello e un bottoncino colorato al centro, con la forma unica dell’impronta di chi quel fiore l’ha inventato, costruito e fatto diventare “parlante”.
E di che cosa parlano queste stelle? Della città che vorremmo, dei nostri desideri, di chi siamo…e poi, tutte le stelle, andranno a splendere nella nostra Città Gentile.
Un laboratorio aperto a tutti quelli che, grandi medi e piccoli, abitano con la loro unicità un sogno e una città!