Martedì 19 dicembre - Duomo di Como
ore 21:00

EVENTO SPECIALE

Il Duomo di Como ospita un evento prestigioso inserito nell’ambito della Città dei Balocchi. Un regalo della manifestazione natalizia a tutti i comaschi per augurare un Buon Natale in musica, grazie al contributo di Regione Lombardia e alla disponibilità della Chiesa Cattedrale.

PROGRAMMA MUSICALE

L.V. Beethoven – Ouverture da Coriolano
G. Rossini, Giovanna D’Arco – Cantata per Mezzo Soprano e orchestra (Orchestrazione di M. Taralli)
F. Schubert – Sinfonia n. 8 in Si minore D. 759 “Incompiuta”

Filarmonica Arturo Toscanini
Alessandro Cadario, direttore
Francesca Provvisionato, Mezzo Soprano

ALESSANDRO CADARIO

Alessandro Cadario è attualmente Direttore ospite principale dell’Orchestra I Pomeriggi Musicali di Milano. Direttore d’orchestra dal gesto raffinato ed espressivo, si distingue per la presenza carismatica e le sue interpretazioni meditate e convincenti, sia nel repertorio sinfonico sia in quello operistico. Ha diretto importanti orchestre tra cui l’Orchestra Filarmonica della Fenice, l’Orchestra Filarmonica di Monte-Carlo, l’Orchestra del Teatro Comunale di Bologna, l’Orchestra Haydn di Bolzano e Trento,  l’Orchestra e Coro del Teatro Petruzzelli di Bari, l’Orchestra e Coro del Teatro Verdi di Trieste, l’Orchestra e Coro del Teatro Lirico di Cagliari.

FRANCESCA PROVVISIONATO

Mezzosoprano, si è prima laureata in Lingue e Letterature Straniere Moderne e si è poi diplomata con il massimo dei voti in Canto e in Pianoforte Principale al Conservatorio «G.B. Martini» di Bologna.

Si è infine perfezionata nell’arte lirica sotto la guida del M° Sergio Bertocchi.

FILARMONICA ARTURO TOSCANINI

La Filarmonica Arturo Toscanini, che ha la sua sede a Parma, nell’Auditorium Paganini disegnato da Renzo Piano, è il punto d’eccellenza dell’attività produttiva della Fondazione Arturo Toscanini, maturata sul piano artistico nella più che trentennale esperienza dell’Orchestra Regionale dell’Emilia Romagna e nell’antica tradizione musicale che affonda le proprie radici storiche nell’Orchestra Ducale riordinata a Parma da Niccolò Paganini nel 1835/36 e per i quarant’anni successivi ai vertici delle capacità esecutive nazionali.